autore: Rabindranath Tagore

Il giardiniere

Tagore è una personalità assai complessa nella quale si fondono la saggezza di una cultura plurimillenario con la spinta verso la modernità. E’ uno spirito che tenta di conciliare la matrice induista con quella occidentale, che si distingue in ambito socio-culturale, filosofico, educativo, politico. Nel 1913 viene insignito del Premio Nobel per la letteratura per "la profonda sensibilità, per la freschezza e bellezza dei versi che, con consumata capacità, riesce a rendere nella sua poeticità, espressa attraverso il suo linguaggio inglese, parte della letteratura dell'ovest". La sua migliore produzione lirica è raccolta ne "Il giardiniere", del 1913. Tagore dedica la longeva maturità a realizzare i propri principi pedagogici, fatti di tolleranza e multiculturalismo, nella scuola fondata a Bolpur, non molto distante da Calcutta, nella quale muore nel 1941.
Se hai scritto qualcosa scrivilo anche a noi   info@sovera edizioni.it

Condividi:

  1. Myspace